Hantavirus linked to deaths of 2 guests who stayed in tent cabins
 
Allarme virus da roditori nello Yosemite Park: due vittime e 10mila a rischio.
With one of the busiest weekends of the year approaching, Yosemite National Park officials are warning holiday travelers about the dangers of a rodent– borne virus following the deaths of two park visitors.Hantavirus pulmonary syndrome is a rare but serious respiratory illness that has been blamed for the fatalities. A total of four people have been infected. The two other people are recovering.

All four people stayed in “signature tent cabins” in Curry Village in the eastern side of the popular California park. Visitors are being given a brochure about the virus and how to protect themselves. Germs are transmitted in droppings, urine and saliva of mice and rodents.

“Hantavirus is a very serious thing and we want to convey the importance of that and the precautions people can take,” said Scott Gediman, spokesman for Yosemite National Park. “But we don’t want people to think they can’t come to Yosemite. Even with the hantavirus we expect to be full. Labor Day is traditionally very busy.”

The California Department of Public Health and the Centers for Disease Control and Prevention informed the park of the deaths. Monday night, the concessionaire, Resorts at Yosemite, began sending emails about the risks to 1,700 people who stayed in the tents from mid-June through August. Efforts are under way to disinfect the tents and make them rodent-proof.

—————————————–
Allarme virus da roditori nello Yosemite Park: due vittime e 10mila a rischio
Già due persone sono morte a causa del raro “hantavirus”, contratto nel parco Yosemite in California durante la loro permanenza. Altre 10mila persone rischiano il contagio: l’infezione è trasmessa all’uomo dai roditori.

È allarme negli Stati Uniti per la malattia “hantavirus”, infezione generalmente trasmessa all’uomo dai roditori. A correre il rischio di aver contratto il virus sono circa 10000 persone che, tra luglio e settembre, hanno soggiornato in alcune delle cabine dello Yosemite National Park, in particolare nell’area chiamata “Curry Village”, in California. Ad annunciare l’allarme è stato lo stesso portavoce del parco, Scott Gediman. Il bilancio della malattia finora conta sei malati, per il centro per il Controllo e la Prevenzione delle malattie Usa ci sarebbero state, inoltre, già due vittime. Si tratta di un virus che, da quanto si apprende, viene trasmesso tramite urina, saliva e feci dei roditori infetti, ma anche respirando l’aria in ambienti chiusi e piccoli in cui vi sono tracce.

I sintomi sono quelli tipici dell’influenza: La malattia è nota anche come la sindrome cardio-polmonare hantavirus. I sintomi, simili a quelli dell’influenza, includono la febbre, dolori, capogiri e brividi e possono manifestarsi dopo 1-6 settimane di incubazione. Le autorità americane hanno scelto la massima trasparenza nell’affrontare il virus killer contattando via posta e e-mail tutti quei visitatori ritenuti in potenziale pericolo: li hanno invitati a controllare l’eventuale apparizione dei sintomi tipici del virus. L’allarme è alto: il parco, da quando ha notificato il primo avvertimento ai visitatori, riceve oltre mille chiamate al giorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...