TOKYO, Day After: Il crollo dello borse? Un semplice aggiustamento

Pubblicato: maggio 24, 2013 in Altura e Cultura, Oriente
Tag:, , , , , , , ,

l Giappone fa quadrato sull’Abenomics.

giappone 500

Il giorno dopo il crollo del Nikkei (-7,3%) che oggi ha rimbalzato in una seduta nervosa (0,89% a 14.612,45 punti), il governo nipponico e il capo delle Bank of Japan Haruhito Kuroda fanno quadrato intorno all’Abenomics, difendendo la politica di aggressivi stimoli all’economia.

“E’ stato solo un aggiustamento temporaneo dopo i recenti guadagni”, ha detto infatti il viceministro Yasutoshi Nishamura. Mentre il segretario capo di gabinetto, Yoshihide Suga ha assicurato che “non ci saranno cambi di direzione”.

Il capo delle Boj, la Banca del Giappone, Haruhito Kuroda, ha fatto invece sapere che le autorità nipponiche intendono dare stabilità al mercato di Jgb, i titoli del debito pubblico.

“Non abbiamo target specifici – dice – per i prezzi azionari e i tassi di cambio e non commento le mosse giornaliere”. “Per quanto riguarda il mercato dei bond – ha aggiunto – poichè la Boj è direttamente coinvolta nelle operazioni di mercato, dico che la stabilità è molto desiderabile“. Il Jbg decennale era partito forte ma poi ha chiuso stabile a un tasso dello 0,84%. Kuroda ha difeso anche l’Abenomics di Shinzo Abe.

“L’importante – dice – è che l’allentamento monetario crei un effetto positivo sul ciclo produttivo, sulle entrate e sulle spese pubbliche, conducendo a un graduale rialzo dei prezzi. Questo è ciò che auspichiamo e che e’ raggiungibile. Il processo è in corso“. Per calmare il nervosismo dei mercati la Boj ha incrementato le sue iniezioni di liquidità, a partire da quella di ieri da 2 mila miliardi di yen (19,7 miliardi di dollari), che include l’acquisto di diverse centinaia di milioni di yen di Jgb, titoli del debito pubblico con scadenze a 10, 5 e oltre i 10 anni.

La preoccupazione è quella di riportare i Jbg decennali sotto il rendimento dell’1%. Un rialzo troppo sostenuto di questi titoli tende a disincentivare gli investimenti nipponici all’estero, creando forte instabilita’ sui mercati globali e aggravando il carico del debito interno. Oggi il tasso del Jbg è tornato allo 0,84%, dopo essere schizzato allo 0,905%. Ieri era risalito sopra l’1%, per la prima volta dall’aprile 2012.

Advertisements
commenti
  1. facchinaggio ha detto:

    Articolo interessante e colgo l’occasione per complimentarmi per questo sito! veramente ben fatto e con tanti articoli utili!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...