Filosofia sui Navigli

Pubblicato: ottobre 7, 2013 in Altura e Cultura
Tag:, ,

Un convegno per capire chi siamo

In sostituzione della conferenza domenicale e a conclusione del ciclo sulla Psicoanalisi, Filosofia sui Navigli, la colazione con dibattito della domenica mattina milanese, invita a partecipare al Convegno organizzato da Nodi Freudiani su “Il disagio della cultura nella nostra modernità”, sabato 12 e domenica 13 ottobre a Milano, Palazzo Cusani, Via Brera 15, Sala Radetzky.

Parteciperanno, in qualità di moderatore di una delle sessioni, Pietro Tamburrini e, in qualità di relatori, i nostri amici Enrichetta Buchli, Paolo Nepoti e Roberto Caracci.

Nodi freudiani, movimento psicanalitico, organizza un convegno intorno alla cultura e al suo disagio nell’età della tecnocrazia. Il convegno non è centrato sulla cosiddetta tecnica della psicanalisi e non é quindi riservato a specialisti del campo. La psicanalisi freudiana, come pratica di parola, si iscrive innanzitutto nella cultura del proprio tempo: da un lato utilizzandone gli strumenti, per esempio i miti, dall’altro portando a essa il proprio contributo come nel fare del sogno il modello di tutte le manifestazioni nelle quali il desiderio umano si svela mascherandosi.

In effetti Freud é il primo a intendere radicalmente l’essere umano come soggetto di parola e di un desiderio indistruttibile che, inconsciamente, attraversa ogni discorso e i legami sociali che ne derivano. Rinchiudendosi nel ridotto delle pratiche mediche specialistiche, molti psicanalisti sembrano invece avere rinunciato a porsi fra gli interpreti del discorso culturale della modernità. Ci pare che ciò sia anche conseguenza del fatto che il primato della tecnica, nel tentativo di cancellare le “impurità” del desiderio, mira a imporre canoni generali proponendosi come qualcosa in grado di trascendere contingenza e storia e di sostituirsi a esse. Di cultura e del suo disagio parleranno, ciascuno dal vertice che gli é proprio, letterati, poeti, scrittori, filosofi, economisti, architetti, musicisti, pittori, scienziati e giuristi. E certo anche psicanalisti, come soggetti culturali e non come tecnici di un presunto campo psicoterapeutico. Il convegno si articolerà in quattro moduli, ognuno indicato da un lemma orientativo. Ciascun modulo corrisponde a una mezza giornata di lavori distribuita in tavole rotonde e una libera conferenza con la quale ogni modulo si concluderà. La partecipazione al convegno è gratuita sino ad esaurimento dei posti.

Si suggerisce di iscriversi: nodifreudiani.mi@gmail.com

IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO

Filosofia sui Navigli, il programma completo

Che cos’è Filosofia sui Navigli?

Filosofia sui navigli/ Rivivi la scorsa stagione nei video di Affari

Il piacere del pensiero, il maggiore dei piaceri… L’introduzione di Angelo Maria Perrino

Milano/ Un successo l’incontro dei filosofi sui Navigli, a parlare di Monti e dopo Monti. E ora gli interventi sono stati raccolti nell’e-book di AI

COMPRA QUI LA VERSIONE CARTACEA DEL LIBRO

COMPRA L’E-BOOK

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...