Morto Lou Reed

Pubblicato: ottobre 28, 2013 in Altura e Cultura, Musica & Parole
Lou Reed in Málaga, Spain, July 21, 2008

Lou Reed in Málaga, Spain, July 21, 2008 (Photo credit: Wikipedia)

Mito indiscusso del rock, leader dei Velvet Underground e grande amico di David Bowie, è morto oggi 27 ottobre 2013 Lou Reed.

Classe 1942, Louis Allen Reed (questo il nome all’anagrafe) ha segnato la colonna sonora di intere generazioni dagli anni sessanta a oggi, dando vita a brani indimenticabili come “Walk on the wild side“, in grado di raccontare attraverso le note la vita dissoluta e dannata di chi vive nel lato sbagliato della società, “Perfect Day” – la narrazione intensa di una giornata perfetta…in bilico tra amore ed eroina – e molti altri.

Ancora attivo all’età di 71 anni, con progetti sempre in cantiere tra musica e arte, Lou Reed aveva subìto un difficile trapianto di fegato nel mese di maggio ed era stato colto da gravi malori tra giugno e luglio 2013, quando era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Long Island per un’acuta forma di disidratazione.

Eppure, l’allarme sembrava rientrato: “Vorrei ringraziare l’ospedale di Cleveland” aveva dichiarato il poeta rock uscito dall’ospedale “e tutti voi sparsi per il mondo che mi avete sostenuto con le vostre preghiere e parole d’amore. Il vostro supporto mi ha toccato profondamente e vi sono davvero riconoscente. Sono anche molto su di morale e forte. Grazie alla vostra energia“. E ancora, intervistato al Festival della Creatività di Cannes – tra le sue ultime apparizioni dal vivo: “Non mi faccio una ragione del tempo che passa: solo ieri avevo 19 anni…“.

Nonostante mantenesse l’animo di un ventenne, Lou Reed – a distanza di pochi mesi – ha lasciato i suoi fan all’improvviso, senza che siano ancora state rivelate le cause della morte.

Intanto, il prossimo 3 dicembre sarà pubblicata l’edizione deluxe di “White Light/White Heat” per il 45esimo anniversario della pubblicazione del disco. ”All’epoca nessuno lo ha ascoltato”  ironizzava il rocker solo poco tempo fa “Ma eccolo qui, per sempre – la quintessenza eloquente del punk. Ineguagliato“…esattamente come Lou Reed, uno dei più grandi poeti rock della storia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...