Ricercatore Scopre Accidentalmente Gene per Incredibile Rigenerazione

Uno dei motivi più importanti dietro il fare ricerca, è che oltre alla cosa che si cerca di scoprire, si finisce sempre per trovare molto altro! Tante delle più grandi scoperte dell’umanità sono avvenute per serendipità, mentre si cercava in realtà tutt’altro. E così, una scoperta accidentale fatta dal ricercatore George Daley, della Harvard Medical School ed il Boston Children’s Hospital, potrebbe darci nuovi incredibili indizi sulla genetica responsabile della capacità di rigenerazione presente in alcuni animali, con grandi promesse per un futuro impiego anche in cambio biomedico per l’uomo.

George Daley stava conducendo una ricerca sul comportamento genetico dietro il cancro, e per questo usava dei topi cavia geneticamente modificati con un particolare gene chiamato Lin28a. Per riuscire a distinguerli dagli altri, in modo da capire come questo gene faceva o meno la differenza, ha fatto dei buchi nelle loro orecchie, ma i buchi continuavano a guarire molto velocemente e sparire. Così ha fatto tagliato un pezzo di un dito ai topi, ma continuava a ricrescere e rigenerarsi. Alla fine, Daley ha optato per una rasatura dei peli sulla schiena, ma sono ricresciuti molto più velocemente del normale. A questo punto, il ricercatore ha capito che qualcosa non quadrava, ed una successiva ricerca approfondita l’ha portato a scoprire come il gene Lin28a, che gli scienziati stavano studiando per la sua capacità di regolare le cellule staminali, dava ai topi alcune capacità rigenerative davvero spettacolari.

“Sembra fantascienza, ma Lin28a potrebbe essere parte di un cocktail guaritore in grado di dare agli adulti la capacità di rigenerazione dei tessuti presente negli animali giovanissimi.” spiega Daley, autore principale dello studio comparso il 7 Novembre sulla rivista Cell. Il team “ha scoperto di essere in grado di replicare le abilità guaritrici dei topini modificati geneticamente, dando dei medicinali a quelli non modificati geneticamente, in m odo da alterare alcuni precisi processi metabolici allo stesso modo in cui in quelli modificati avviene per via del gene Lin28a, rigenerando così le cellule, riportandole com’erano quando erano molto più giovani.” spiegano i ricercatori su Scientific American.

“Le scoperte svelano che almeno parte della ragione per cui la maggior parte degli animali non possono rigenerare arti persi, riguarda il loro metabolismo. Quando Lin28a viene acceso ed esprime una proteina nel corpo, aumenta il metabolismo, apparentemente ingannando il corpo, facendogli credere di essere molto più giovane, e dando via ad una complessa cascata di reazioni chimiche che generano energia. La ricerca mostra come gli stessi meccanismi che normalmente forniscono energia a livello cellulare, possono anche essere alla base di processi esotici come la guarigione delle ferite.”

Per adesso, gli scienziati hanno solo osservato la potenza di guarigione di Lin28a nei topini nati da poco, e non sono riusciti a replicare la rigenerazione nei topi oltre 5 settimane di età.

“Questo è un gene ha adesso stimolato un tremendo interesse, e questo è esempio del ruolo centrale che ha in molte aree della biologia” ha spiegato Daley. Ma se da una parte gli umani possono già rigenerare le punta delle dita, riuscire a migliorare ed aumentare le capacità rigenerative negli umani è ancora lontano nel futuro. Non esiste alcun medicinale in grado di attivare Lin28a negli umani.

“Questa nuova ricerca è eccitante ed illuminante intorno ai principi della rigenerazione” ha spiegato Daley. “Spero possa stimolare altra ricerca che abbia anche implicazioni cliniche in futuro.”

http://www.cell.com/retrieve/pii/S0092867413013019?cc=y

http://news.cnet.com/8301-17938_105-57611793-1/self-heal-like-wolverine-gene-discovery-might-hold-clues/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...