Le Radiazioni di Fukushima provocano mutazioni e perdita di animali marini

Pubblicato: gennaio 14, 2014 in Altura e Cultura, Oriente, Viaggi, Video
Tag:, , , , , , , , , ,
Le Radiazioni di Fukushima provocano mutazioni e perdita di animali marini

Mentre nello stato del Missouri (USA) vengono registrate radiazioni ionizzanti e di sicuro vi è la crtezza che si possa trattare della ricaduta delle radiazioni della centrale di Fukushima. Uno dei residenti del Missouri, certo Michael Janjic, conosciuto sotto il nome di Dutchsinse Network, per molti anni, ha misurato il livello di radiazione a St. Louis. I risultati ottenuti nel corso dell’ultimo mese, ha messo in allarme gli esperti che  hanno sollevato questioni inerenti i danni biologici da radiazioni di Fukushima e di questo se ne è parlato nel canale TV KMOV.

 

Nel frattempo a largo della costa meridionale della penisola di California e sulla costa messicana del pacifico, sono state ritrovate diverse carcasse morte di balene. Dal video che vi presentiamo sotto, divulgato dal quotidiano RT (actualidad.rt.com) è stato registrato sulla costa meridionale della California, dove si possono osservare due balene (gemelli o siamesi?) che presentano anomalie genetiche, ovvero mutazioni genetiche.

E’ la prima volta che gli scienziati vedono questa mutazione genticca nelle balene e non è escluso che sia dovuto alla radiazione della centrale nucleare Fukushima, che appunto sta provocando un vero disastro globale, provocando appunto mutazioni e perdita di animali marini.

Redazione Segnidalcielo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...