Piolets d’Or, ecco le nomination Superfavorito lo svizzero Steck

Pubblicato: febbraio 27, 2014 in Altura e Cultura, Climbing, Alpinismo & Natura, Viaggi
Tag:, , , , , ,

Specialista delle salite in velocità, è stato candidato all’Oscar dell’alpinismo per la via nuova in solitaria lungo la parete Sud dell’Annapurna. Nella giuria anche lo scrittore Erri De Luca.


Lo svizzero Ueli Steck sul Monte Bianco
Courmayeur

A guardare le cinque nomination dell’Oscar dell’alpinismo, i «Piolets d’or», tutto sembra annunciare la vittoria di Ueli Steck, formidabile alpinista svizzero che ha fatto della velocità negli ambienti più severi e impegnativi la sua caratteristica. L’edizione numero 22 dei piolets si svolgerà tra Courmayeur e Chamonix dal 26 al 29 marzo. La giuria presieduta da George Lowe dovrà far dimenticare quanto accaduto lo scorso anno, con un clamoroso premio a tutti i nominati.

Steck ha ottenuto la nomination per la salita in solitaria su una via nuova lungo la Sud dell’Annapurna (8061 metri). L’alpinista a conclusione dell’impresa ha riconosciuto: «Questa volta mi sono spinto oltre i miei limiti». Per alcune varianti sulla classica alla Sud hanno già ottenuto un riconoscimento speciale i francesi Stephane Benoist e Yannick Graziani.

Steck, che ha raggiunto la cima dell’Annapurna in velocità (meno di 28 ore), dovrà riuscire a superare la sfida con le altre quattro spedizioni nominate. Eccole: la coppia dello statutinitense Mark Allen e il neozelandese Graham Zimmerman che hanno superato l’inedito sperone Nord-Est del Monte Laurens, in Alaska; i canadesi Raphael Slawinski e Ian Welsted poer la prima sulla Ovest del K6 (Pakistan); i cechi Zdenek Hrudy e Marek Holecek per la prima sulla nord del Talung (Nepal); lo svizzero Simon Anthamatten e gli austriaci Hansjorg e Matthias Auer per aver salito per primi la est del Kunyang Chhish (Pakistan).

In giuria ci sono anche lo scrittore Erri De Luca e dagli alpinisti Denis Urubko, Catherine Destivelle e, ancora, il giornalista e alpinista coreano Sungmuk Lim e la scrittrice austriaca Karin Steinbach. Il Piolet d’or alla carriera sarà assegnato allo statunitense John Roskelley, celebre per essere arrivato sulla vetta del Makalu (8481 metri) in solitaria dopo aver superato lo sperone Ovest e per essere stato il protagonista della prima sulla grandiosa faccia Nord-Ovest del Nanda Devi nel 1976.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...