Posts contrassegnato dai tag ‘prevenzione’

  1. Cindy Ke Zhou,
  2. Ruth M. Pfeiffer,
  3. Sean D. Cleary,
  4. Heather J. Hoffman,
  5. Paul H. Levine,
  6. Lisa W. Chu,
  7. Ann W. Hsing and
  8. Michael B. Cook

+ Author Affiliations


  1. Cindy Ke Zhou, Ruth M. Pfeiffer, and Michael B. Cook, National Cancer Institute, Bethesda, MD; Cindy Ke Zhou, Sean D. Cleary, Heather J. Hoffman, and Paul H. Levine, George Washington University, Washington, DC; and Lisa W. Chu and Ann W. Hsing, Cancer Prevention Institute of California, Fremont, CA.
  1. Corresponding author: Michael B. Cook, PhD, Hormonal and Reproductive Epidemiology Branch, Division of Cancer Epidemiology and Genetics, National Cancer Institute, 9609 Medical Center Dr, Rm 7-E106, MSC 9774, Bethesda, MD 20892-9774; e-mail: cookmich@mail.nih.gov.

Abstract

Purpose Male pattern baldness and prostate cancer appear to share common pathophysiologic mechanisms. However, results from previous studies that assess their relationship have been inconsistent. Therefore, we investigated the association of male pattern baldness at age 45 years with risks of overall and subtypes of prostate cancer in a large, prospective cohort—the Prostate, Lung, Colorectal and Ovarian (PLCO) Cancer Screening Trial.

Methods We included 39,070 men from the usual care and screening arms of the trial cohort who had no cancer diagnosis (excluding nonmelanoma skin cancer) at the start of follow-up and recalled their hair-loss patterns at age 45 years. Hazard ratios (HRs) and 95% CIs were estimated by using Cox proportional hazards regression models with age as the time metric.

Results During follow-up (median, 2.78 years), 1,138 incident prostate cancer cases were diagnosed, 571 of which were aggressive (biopsy Gleason score ≥ 7, and/or clinical stage III or greater, and/or fatal). Compared with no baldness, frontal plus moderate vertex baldness at age 45 years was not significantly associated with overall (HR, 1.19; 95% CI, 0.98 to 1.45) or nonaggressive (HR, 0.97; 95% CI, 0.72 to 1.30) prostate cancer risk but was significantly associated with increased risk of aggressive prostate cancer (HR, 1.39; 95% CI, 1.07 to 1.80). Adjustment for covariates did not substantially alter these estimates. Other classes of baldness were not significantly associated with overall or subtypes of prostate cancer.

Conclusion Our analysis indicates that frontal plus moderate vertex baldness at age 45 years is associated with an increased risk of aggressive prostate cancer and supports the possibility of common pathophysiologic mechanisms.

Contrastano i tumori, regolano il grasso e frenano la caduta dei capelli. Le ha rese note il Consiglio per la ricerca in agricoltura. I semi si trovano facilmente in commercio, non altrettanto il prodotto confezionato per gli scaffali dei supermercati.
varietà di pomodori

La biodiversità è un valore anche nel piatto. Se l’industria alimentare ci ha abituato a scegliere tra una sola melanzana o alcuni pomodori, ci sono tante specie rare che non troveremo mai al supermercato: ricche di principi attivi formidabili. Antiossidanti più facili da assorbire, antitumorali e regolatori del glucosio nel sangue; ma anche anti-cellulite, sostanze attive contro il grasso localizzato e persino contro la caduta dei capelli.

La buona notizia è che i semi di queste varietà si possono trovare facilmente in commercio, e nulla ci vieta di sceglierle per il nostro giardino o balcone. Li ha raccolti il Consiglio per la ricerca in agricoltura (Cra), in occasione della Fascination of Plants Day 2012, che si è celebrato in tutto il mondo il 18 maggio per vuole promuovere il ruolo chiave delle scienze vegetali nel settore agro-alimentare, farmaceutico, energetico e nella tutela ambientale.

Black Cherry

È un pomodoro ricco di antociani, a spiccata attività antiossidante. “ È una varietà rara del Centro America, ha un sapore dolce e aromatico. Preserva dalla degenerazione cellulare e dall’invecchiamento”. In particolar modo, gli antociani funzionano sui problemi a carico della micro circolazione, e quindi di tutto quel che riguarda la circolazione, i capillari e la cellulite.

I pomodori del Centro e del Sud America

Sono simili alle nostre qualità cigliegino e San Marzano, di un rosso acceso, ma molto “ ricchi di trans-licopene e isomeri che rendono più facilmente disponibile all’organismo questo carotenoide”, spiega Giuseppe Mennella, primo tecnologo al Cra di Pontecagnano, Salerno. Le sue qualità fortemente antiossidanti e anti-radicali liberi sono note da tempo e hanno implicazioni positive nel contrastare

Pomodori gialli e il Pomodoro Giagiù

pomodori anti tumorePossono arrivare dal sud America o dall’est asiatico. “ Sono meno acidi e hanno un sapore più dolce e delicato dei ‘nostri’ pomodori. Sono ricchi di beta-carotene”, che aiuta la corretta crescita e riparazione dei tessuti. Questi pomodori mantengono la pelle liscia e sana, proteggono le mucose della bocca, del naso, della gola e dei polmoni, riducendo così l’insorgenza di infezioni.

Melanzana cinese

cineseQuelle nelle foto della gallery sono originarie di Asia, Turchia, India, Giappone, Africa, Italia. In generale, quelle a buccia scura sono ricche di antocianine. Elementi antiossidanti per i quali è stata anche dimostrata un’azione di controllo del peso corporeo, attiva nel combattere gli accumuli adiposi. Di conseguenza le antocianine sono anche un valido aiuto nel prevenire le malattie cardiovascolari.

Le melanzane a buccia bianca

melanzana sud est asiatic …invece, sono ricche di polifenoli, antiossidanti utili a livello cardiovascolare, contro le malattie legate alla senescenza e nell’arresto della crescita tumorale. Le melanzane a buccia colorata sono ricche di carotenoidi, quindi vale lo stesso discorso dei pomodori gialli. “Tutti questi preziosi elementi – continua Mennella – si trovano nella buccia, ed è dunque

Melanzana d’India

melanzana d'india“Tra le melanzane a buccia bianca abbiamo anche la melanzana indiana, dal frutto ovale e leggermente costoluto, con polpa carnosa e buccia striata di bianco.

Melanzana del sud-est asiatico

melanzana sud est asiatic …Quella originaria della Thailandia è invece scura, dalla forma allungata e con un caratteristico anello verde sotto il calice”. È ricca di antocianine e acido clorogenico. Quest’ultimo è un valido antiossidante, che regola i livelli di glucosio nel sangue e si studiano le sue proprietà di irrobustire i capelli e prevenirne la caduta.